musei-roma

Visitare un museo a Roma: gli immancabili

La capitale italiana, nonché principale città storica del Mondo Antico, è incredibilmente ricca di storia e pullula di luoghi culturali e mistici. È sufficiente camminare semplicemente in una qualsiasi strada di Roma per ritrovare effigi, monumenti o mura antiche.
Roma possiede un patrimonio culturale di valore inestimabile, che non ha precedenti né rivali.
Tra i principali luoghi presenti nel territorio romano in grado di attrarre visitatori vi è il Vaticano, Stato distinto da quello italiano, sede del Papa.

In questo luogo che non ricopre moltissimi metri quadri è possibile osservare e toccare con mano cimeli storici di incredibile importanza e valore: nella Cappella Sistina, ad esempio, è possibile ammirare e restare incantati alla visione dell’affresco del Giudizio Universale di Michelangelo. Non meno importanti sono altri affreschi locati nella Cappella Sistina, come quelli di Sandro Botticelli e Piero di Cosimo, che hanno contibuito in maniera importante, nel XV secolo, a decorare le pareti della struttura. Pertanto, pur essendo una struttura ecclesiale e frequentemente visitata, la Cappella Sistina può a tutti gli effetti essere considerata un museo.

Altro contributo importantissimo che viene donato all’arte romana è quello dei Musei Capitolini, un sistema museale formato principalmente da Palazzo dei Conservatori e da Palazzo Nuovo, che affacciano sulla suggestiva Piazza del Campidoglio, dominata al centro dalla Statua equestre di Marco Aurelio. Ciò che rende questi edifici estremamente importanti è il fatto che possono essere considerati i primi musei al mondo, poiché sono stati i primi edifici artistici ad essere aperti al pubblico. Tra le opere che essi espongono al pubblico vi è innanzitutto l’originale Statua di Marco Aurelio, locata in Palazzo dei Conservatori (quella posta al centro della piazza è una copia), nonché la famigerata statua della Lupa Capitolina, emblema della leggenda di Romolo e Remo e simbolo della città. Oggi, in questo edificio, è anche possibile visitare la Pinacoteca, che contiene molte opere di Caravaggio, tra cui il famosissimo San Giovanni Battista, divenuto famoso per la sua bellezza e per la sua grazia.

Sempre nell’ambito dei Musei Capitolini, è quasi impossibile contare tutti i bassorilievi, tutte le sculture nonché le statue (intere o frammentate) che sono locati in diversi punti degli edifici. Un complesso di edifici dove è possibile fare un tuffo nel passato nella storia di Roma e del mondo antico in generale, tappa obbligatoria per tutti gli appassionati di arte.
Come non parlare inoltre del Museo di Roma, locato in Palazzo Braschi, che contiene numerosissime sale, le quali rappresentano una sorta di excursus sulla storia romana, senza tralasciare panorami, curiosità e sale dedicate all’esoterismo o all’arte orientale. Un luogo sicuramente da visitare e osservare attentamente, anche grazie alla fenomenale veduta su Piazza Navona che è possibile scorgere dall’ala nord del Palazzo.

Per coloro che conoscono già bene la storia di Roma e vogliono provare emozioni diverse, è possibile visitare musei tematici e slegati dalla storia o dalla cultura artistica. Un esempio emblematico è il Planetario insieme con il Museo Astronomico, fortemente interattivi e coinvolgenti per i più giovani, grazie alle costanti proiezioni del Sistema Solare nel cielo di alcune sale.

Degno di nota è anche il particolare Museo Criminologo, destinato agli amanti del macabro ed a coloro che vogliono provare emozioni forti: esso è infatti formato da stanze di piccole dimensioni, e permette ai visitatori di osservare gli strumenti (alcuni dei quali reali) che venivano utilizzati per la tortura durante il Medioevo. Un luogo decisamente suggestivo e particolare, che prende le distanze dall’arte classica maggiormente proposta dalla città.
Altro luogo che vale la pena di visitare a Roma è il Museo delle Mura, situato nei pressi della Porta Appia.

Il museo è principalmente dedicato alle mura della città, descrivendone scopi storici, elementi artistici e tecniche di costruzione, grazie alla presenza di pannelli interattivi e multimediali che coinvolgono il visitatore. Tra gli altri elementi sono presenti una serie di plastici in miniatura e frammenti delle antiche mura; incredibilmente suggestivo è anche il mosaico presente sul pavimento della Sala I, che rappresenta una tigre che sta per cacciare due cervi in un’atmosfera floreale.

Oltre i veri e propri musei, sono anche presenti le numerose piazze e le aree di ritrovo, ricche di statue, monumenti o opere aperte al pubblico. Piazza Navona, ad esempio, con la sua forma ad antico stadio, rappresenta uno dei principali luoghi di ritrovo di Roma: in essa sono presenti, tra l’altro, alcuni frammenti dell’antico Stadio di Domiziano. Da non trascurare è anche il suggestivo Altare della Patria, locato sul Campidoglio, che è il simbolo dell’Unità Nazionale: le sue dimensioni imponenti, la statua equestre di Vittorio Emanuele II e la fiamma simbolo dello Stato Italiano lo rendono uno dei luoghi più nobili e sacri della ricca capitale.
È possibile definire Roma come un museo a cielo aperto, ricco di storia, arte e innovazione. Per gli amanti della cultura, un soggiorno nella capitale italiana è d’obbligo nel corso della vita.

Leave A Comment