museo-archeologico-torino

Museo archeologico Torino

Storia del museo

Il Museo di Antichità di Torino – conosciuto dai più semplicemente come Museo Archeologico – trova la sua radice nella raccolta dei Duchi Savoia di cui si riscontrano le prime tracce già nel Cinquecento. Tale collezione fu donata all’Università di Torino da Vittorio Emanuele II e nel 1832 trovò collocazione del Palazzo dell’Accademia delle Scienze. Qui le collezioni greco – romane vennero unite ai reperti egizi che oggi, conservati ancora nella stessa sede, costituiscono il Museo Egizio di Torino.

La situazione rimase invariata fino al 1940, anno in cui si decise di separare nuovamente le due collezioni: le antichità greco – romane trovarono una nuova collocazione nelle Orangeries di Palazzo Reale (serre originariamente dedicate alla coltivazione di alberi d’arancio).

A tale nucleo espositivo si aggiunse nel 1998 una nuova sezione ricavata nelle sale ipogee della Manica Nuova di Palazzo Reale che comprendono anche i resti di un notevole teatro romano.

Cosa vedere al Museo Archeologico di Torino

Il Museo delle Antichità di Torino ha nell’allestimento delle sale ipogee il suo maggior punto di forza. In una spirale discendente, che segue il perimetro del teatro romano.

Si è scelto di seguire un andamento cronologico inverso, per riprodurre in qualche modo la stratificazione temporale di uno scavo archeologico, nel quale i reperti più recenti si trovano verso la superficie e quelli più antichi in profondità.

Si potranno ammirare quindi i reperti archeologici restituiti dalla Città di Torino dal Cinquecento al Paleolitico. Lungo quello stesso percorso, in apposite sezioni, sono spesso allestite mostre temporanee chiamate “Mostre in Passerella”.

Tra i reperti più famosi custoditi nel Museo delle Antichità di Torino c’è il Papiro di Artemidoro. Questo papiro, dalla storia estremamente travagliata, è un esemplare unico nel suo genere: utilizzato molte volte e per scopi differenti tra loro è stato riempito nel corso degli anni con notazioni di carattere filosofico e geografico, progetti e bozzetti di pitture, esercitazioni di apprendisti pittori. Questa rarissima commistione di immagini e scrittura lo rende un reperto preziosissimo. La diatriba sulla sua originalità è attualmente aperta e appassiona da decenni gli archeologi di tutto il mondo.

Orari del Museo Archeologico di Torino

Il Museo è aperto tutti i giorni della settimana dalle 9.00 alle 19.00 ad esclusione del Lunedì, durante il quale rimane chiuso come tutti i Musei del Polo Reale di Torino.

Come arrivare al Museo Archeologico di Torino
Il Museo è ospitato tra le serre del Palazzo Reale di Torino e in una vasta area ipogea al di sotto di esso. Si trova pertanto in Piazzetta Reale 1, vicino a Piazza Castello.

Chi vorrà raggiungere il museo con i trasporti pubblici urbani potrà contare su diversi tram e autobus scendendo alle fermate Castello, Duomo – Polo Reale, XI Febbraio.

Chi arriva in città in treno potrà scendere indifferentemente a Torino Porta Nuova o Torino Porta Susa coprendo a piedi la distanza dal complesso museale (una ventina di minuti a piedi da entrambi i punti di arrivo).

Biglietti Museo Archeologico di Torino

La sezione Torino del Museo delle Antichità rientra  nel polo museale dei Musei Reali di Torino, che possono essere visitati tutti con un unico biglietto. Nello specifico il biglietto consente l’ingresso al Palazzo Reale, all’Armeria Reale, alla Biblioteca Reale, alla Galleria Sabauda, al Palazzo Chiablese, alla Cappella della Sindone (attualmente in ristrutturazione).

Il biglietto intero costa 12 Euro, il ridotto (riservato ai giovani tra i 18 e i 25 anni) 6 Euro.

L’ingresso è gratuito per i minorenni, i possessori di Torino – Piemonte Card (che dovranno comunque fare la fila), per i disabili e i loro accompagnatori, per i dipendenti del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, per gli insegnanti accompagnatori di scolaresche.

I Musei del Polo Reale sono aperti gratuitamente a tutti i visitatori ogni prima domenica del mese.

La biglietteria è aperta dalle 8.30 alle 18.00, orario in cui possono entrare gli ultimi visitatori della giornata.
Vengono ammessi voucher cartacei e in formato digitale.

Ha la guida turistica?

Tutte le guide dei Musei Reali fanno parte dell’Associazione Amici di Palazzo Reale e non sono quindi diretti dipendenti del Museo. Per godere di una visita guidata è necessario aggiungere al biglietto intero 4 Euro a persona.

Durata media della visita

Per una visita completa della sezione ipogea dedicata alla città di Torino sono necessarie almeno 2 ore.

Accesso disabili: si

Sito ufficiale del Museo museoarcheologico.piemonte.beniculturali.it